Pecore e dintorni

In fondo le idee di Salvini non sono troppo diverse da quelle dei capi tribù africani.

Leggevo di un pastore del continente nero che fu scoperto mentre aveva rapporti sessuali con una pecora. Io credevo fossero solo i pastori sardi a indugiare in questa pratica, evidentemente mi sbagliavo.

L’uomo fu portato in giudizio di fronte ai capi tribù. Questi sentenziarono che di stupro si trattava e l’uomo venne condannato a sposare la pecora. Poiché la povera capretta non aveva il dono della parola, l’uomo perdeva il diritto a divorziare. Avrebbe dovuto aspettare la morte della consorte e rimanere vedovo prima di potersi risposare con una donna.

L’analogia con Salvini la lascio fare al lettore, perché ce n’è più di una e può portare a riflessioni interessanti.

Annunci

42 risposte a "Pecore e dintorni"

  1. Ahi, ahi, ti sei buttata in un sentiero dai cespugli insidiosi: dai quali può sbucare di tutto. La politica arricchisce chi la fa e uccide chi ne parla. Per esempio, Salvini ti risponderebbe che lui appunto cerca di fermare quelle tribù e caprette comprese, che cercano di sbarcare in Italia 🙂
    Senti, parliamo piuttosto d’amore, tesoro, e diciamoci parole che non possono che essere deliziose.

    Piace a 1 persona

  2. A mio giudizio il parallelismo consiste nel fatto che, come il pastore è condannato a restare con la pecora, così Salvini è ormai ingabbiato nel suo personaggio, e questo lo costringe a fare delle sparate e delle iniziative che farebbero arrossire di vergogna chiunque, ma che per lui sono indispensabili per conservare il consenso. Ci ho preso? 🙂

    Piace a 1 persona

      1. Mi fa molto piacere che tu abbia apprezzato il mio contributo, e anche per me è sempre una bellissima sorpresa quando trovo un tuo commento nel mio blog. Grazie mille per i complimenti e per la risposta! 🙂

        Piace a 1 persona

  3. Ma questo post l’hai scritto prima o dopo che la Elisa ha twittato la sua dipartita dal “pastore sardo” con tanto di foto a testimone di sue supposte prodezze amatoriali?
    Perché si, prima la carpetta che non avevo l’uso della parola stirava le camicie e giustamente taceva, ma dopo che la carretta ha scoperto Twitter?
    Come la mettiamo?

    Piace a 1 persona

    1. L’ho scritto prima 😀 ! Io dubito di 2 cose: la prima, che si siano davvero lasciati; la seconda, che lui sia un prode amatore …in quella famosa foto di Twitter lui sembra così distrutto che dubito avesse iniziato qualcosa, figuriamoci concluderla!

      Piace a 1 persona

  4. 😁 non ti conosco ma azzardo a dire che sappiamo entrambe che quando un uomo spiattella le sue doti ai quattro venti, sicuramente c’è più fumo che arrosto.
    In quanto al loro “amore”, io avevo comunque previsto che non durasse. Pensavo che non appena palazzo Chigi fosse stato più a tiro sicuro la capretta elisa sarebbe stata sostituita da un altra di più nobili Natali. Sempre fedele certo, un po’ stile Claretta.
    Peccato che Palazzo Chigi sia per lui un po’ come i miraggi nel deserto, un colpo lo vedi, il momento dopo non c’è più.
    Maledetta Europa che gli mette i bastoni tra le ruote.

    Piace a 1 persona

Rispondi a wwayne Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...