Corpi celesti 

Asteroide fuma 57 sigarette al giorno. Appoggiato al muro di casa sua, al piano terra, fantastica su come avrebbe voluto vivere la vita. Fantastica su come la sua vita sarebbe stata se non avesse mai fatto il servizio militare. A suo dire, sotto le armi, ha perso qualche rotella del carro. Il suo è un percorso interrotto, ma lui ancora non l’ha messo a fuoco. Mi chiede spesso se le terapie a lui prescritte possano ridargli una vita normale. Ma le sue sono dosi massicce, affinché lui la vita non tenti di togliersela più. Si avvicina preceduto da una nube di fumo :” dottoré ma l’inalatore con gli asteroidi mi cura l’asma ?”. Mi strappa un sorriso e penso a come sarebbe bello se tutti i corpi celesti potessero venire in suo aiuto.

Annunci

Guida al sorriso 

Due notti fa, mi ha fermato una pattuglia, non dirò di quale arma. Avevo i fendinebbia accesi (a luglio), non avevo con me la patente e nemmeno la cintura di sicurezza. Ah, non sapevo nemmeno dove fosse il libretto di circolazione, poi trovato.Non paga, ieri ho fatto un parcheggio alla “femminile maniera”, di quelli che non facevo dai tempi della scuola guida. Ho infatti ammaccato la macchina del barbiere, che guardava la scena con le mani nei capelli.

Sia il barbiere che la pattuglia mi hanno lasciato andare via senza conseguenze. È davvero solo bastato ammettere la mia colpa, chiedere sinceramente scusa e fare un bel sorriso. Se anche in coppia ci si comportasse così , saremmo un po’ meno scoppiati.

A carte scoperte 

L’altra sera vicino piazza di Sant’Egidio ,con un paio di amici, siamo andati a trovare Mauro. Il mago di Trastevere. Un signore con la barba bianca ed i capelli arruffati. Gli occhi stanchi di chi ha visto troppe cose. Sempre le stesse cose. Lui di mestiere legge i tarocchi. La sua assistente, una tenerissima cagnetta di nome Sofia, ti attira al banchetto smaniosa di carezze. I responsi dell’oracolo sono stati dettagliati quasi in modo imbarazzante. Ho pensato che forse le mie paturnie personali devono invece essere comuni ed universali per molti,se questo Mauro da mago è diventato si fine psicologo di anime.

Fatto strano è però che tutti e tre abbiamo tirato la carta del due di picche…Ma ci voleva davvero la magia per capire che siamo tre quarantenni sfigati in amore ?

Compleanni 

La mia cara amica Maria ad ottobre festeggerà 5 anni senza sesso. Non è brutta e nemmeno taroccata, vive in una grande metropoli europea, lavora in una compagnia di certo rilievo, parla diverse lingue. Forse negli anni ha sviluppato una certa tendenza alla orsitudine ( cito il commento di Centocaratteri al mio post Orsi). Forse è diventata incline a qualche piccola ossessione da semi-zitella. Forse ormai non gliene frega più nulla di avere un compagno. Certo è che lei ha provato a smuovere un po’ le acque. Aveva infatti organizzato un weekend di fuoco con una ex fiamma. Arrivata all’aeroporto per raggiungere l’amante , è scivolata sulla scala mobile. Si è rotta l’anca ed addio tombola. Le fiamme sono andate in fumo. Racconta le sue avventure con innata comicità e si dice vinta dalla sfiga. Ha però di recente cambiato casa. Ha voluto un appartamento all’ultimo piano con vista sul parco. Come mai Maria? Mi ha risposto : “almeno di qui si vedono gli uccelli”.

E se avete pensato a male è solo colpa vostra !!

Memorie di una casalinga mancata

Lo confesso, le migliori conversazioni con me stessa avvengono sempre quando stiro. Tra uno sbuffo di vapore ed uno spruzzo di amido, prendono forma vaneggiamenti di varia natura. Mi vengono in mente mamma e nonna che hanno dedicato una vita alla causa di emancipazione della donna. Mamme lavoratrici entrambe, mi hanno insegnato che senza uno stipendio tuo non puoi dirti davvero indipendente.
E mio malgrado, anzi per malgrado degli altri,sono diventata una donna in carriera. Nel senso che da far crescere, nella vita, ho solo quella. Ho raggiunto una triste serenità. O forse è meglio dire pacata rassegnazione? Ho attraccato la barca? O mi sono arenata?
A volte mi sembra di far torto alla zingara che è in me, che ha fatto e disfatto tante vite in una sola. Ma ognuna di queste vite è disgiunta dalla precedente e dalla successiva. Come fosse una bolla a se’. E a quasi40anni “devi mettere radici”!!
Ci risiamo, farnetico ancora in lavanderia, da brava casalinga mancata, ma il bucato mi da un gran sollievo!

Svanito

Siamo stati insieme tanti anni. Per tanti anni sei stato tu l’amore più grande. In tutti gli anni successivi, quando ormai non c’eri più,mi sono resa conto che eri tu l’amore della mia vita. Con te ho fatto il passaggio da ragazza a donna.Con te avrei fatto il passaggio da donna a mamma. Ma il Cielo non lo ha voluto.

La nostra casa era un contenitore di sogni, speranze e desideri.Specchi, foto, libri, lampade e scorte di ogni tipo, acqua, carta igienica, legumi,gelati…Dicevi che se ci fosse stata la bomba atomica, noi intrappolati dentro casa saremmo sopravvissuti. 

E quella bomba è poi scoppiata e noi non siamo sopravvissuti.E così la nostra casa. Adesso messa in vetrina, in una agenzia immobiliare, tutta vuota, senza più scorte di nulla…